ORIENTATA AL BENE COMUNE
E AL BENESSERE SOCIALE
sostenibilità

Recupero complesso parrocchiale sul fiume

Brozzo (Brescia)

DATI PROGETTO

 

CONDIVIDI
Twitter Facebook Google Plus
L’intervento, scelte e riflessioni
La canonica e gli spazi adiacenti alla chiesa parrocchiale della piccola frazione di Brozzo (BS), soggetti a vincolo storico-architettonico ed a vincolo paesaggistico, sono stati oggetto di un concorso d’idee bandito dalla Parrocchia in cui lo Studio Associato è risultato primo classificato.
L’analisi delle fotografie e delle mappe storiche ha consentito la lettura delle trasformazioni edilizie del locus: un sito delicato, ricco di storia e di monumenti naturali che rappresenta lo storico cuore del borgo. Le criticità dell’area riguardavano principalmente la difficoltà di accesso al giardino e la presenza di corpi edilizi recenti e privi d’integrazione architettonica.
Il progetto di concorso nasce dalla continuità con la storia e dal rafforzamento dell’antica naturalità: case, terra, alberi, acqua, sono elementi strettamente connessi e riproposti nuovamente. Per liberare antico "suolo" si prevede la demolizione di corpi edilizi di recente aggiunta: tale operazione oltre a consentire la lettura delle partizioni architettoniche originarie dei fabbricati storici, consente di recuperare spazi a cielo libero e di creare nuovi collegamenti e nuove sinergie tra le nuove funzioni (a sociale destinazione) e le attività collettive adiacenti (attività pastorali ed educative dell’oratorio e attività culturali del futuro museo).
La distribuzione planimetrica delle varie unità funzionali prevede di collocare al secondo piano la residenza del parroco, a piano terra le aule per il catechismo con segreteria e cappella invernale, ed a piano seminterrato i locali da destinare a spazio socio-ricreativo per anziani.
Sala espositiva
Il progetto prevede la trasformazione del vecchio fabbricato accessorio della canonica in spazio espositivo da dedicare alla storia della cultura della comunità locale. La riapertura di un’antica apertura sul sagrato consente di realizzare un ingresso al museo direttamente dalla piazza. Il progetto d’adeguamento museale prevede la realizzazione di un’unica sala espositiva con una zona soppalcata. Sono presenti diverse finiture, progettate con grande attenzione ai materiali compatibili con il contesto storico/architettonico e sostenibili per l’ecosistema urbano. I materiali di progetto s’interfacciano con i materiali storici: pietra e conglomerato ecologico per nuovi percorsi esterni, acciaio corten e vetro per le finiture dei nuovi elementi architettonici.
Oratorio, chiesa, museo, piazza e nuovi spazi ricreativi trasformano il “locus” in un centro di vita collettiva, in uno spazio moderno ed accogliente per la comunità. Il recupero dei vecchi percorsi esterni di collegamento tra i terrazzamenti a fiume consente la futura trasformazione degli spazi ad orto. La destinazione collettiva degli edifici ha imposto inoltre un’accessibilità allargata ai vari livelli dell’edificio principale.
Una serra sul fiume

Il progetto prevede il recupero di alcuni volumi accessori e la realizzazione all’interno del giardino della canonica di una nuova serra: una veranda sul fiume, da vivere e da utilizzare per l’attività di gioco a tavolino o per attività di giardinaggio che incrementa la dotazione di spazi a destinazione socio-ricreativa previsti nel piano seminterrato.

Allegati